Categoria: News

Educare il cane: corso base

Educare il cane: corso base

Il corso di educazione di base rappresenta il primo importante passo per iniziare a comprendere i meccanismi e la corretta comunicazione da instaurare con il vostro amico a quattro zampe.

Il programma di educazione proposto da Start and wag mira soprattutto al raggiungimento di una corretta relazione uomo-cane.

Crediamo infatti che puntare prima di tutto su questo aspetto abbia risvolti educativi a 360°.

Troppo spesso ci si concentra esclusivamente su specifici esercizi di obbedienza tralasciando componenti assai più importanti.

L’apprendimento di un esercizio di obbedienza deve diventare il mezzo e non il fine.

In sostanza attraverso l’insegnamento di un semplice comando, ad esempio il seduto , il risultato da perseguire non sarà solamente il comando fine a se stesso, ma l’aver imparato a comunicare e a comprendere il processo di apprendimento del nostro cane.

Il lavoro per insegnare gli esercizi di base diventa quindi un momento di interazione utile e fondamentale per sviluppare capacità cognitive del nostro cane e creare una corretta relazione.

In particolare tutto il corso di base ha come finalità i seguenti punti:

Educare il proprietario a creare una corretta relazione con il suo cane; (gioco)
Educare il proprietario ad una corretta gestione del cane (Risorse,spazi e rinforzi)
Le attività e gli esercizi che coinvolgono  cane e proprietario diventano quindi utili per raggiungere le finalità sopra descritte

Durante il percorso formativo verranno trattati i seguenti argomenti:

Salute e benessere del cane;
Gestione del cane nella vita quotidiana;
Psicologia del gioco;
Paure e stress.
Le lezioni dureranno circa 1 ora e alterneranno momenti di lavoro con il proprio cane a momenti di discussione sui problemi tipici che un proprietario riscontra nella gestione del cane .

Il risultato finale del corso dipende quindi da almeno tre fattori fondamentali, il lavoro svolto al campo, quello svolto quotidianamente a casa, e non ultimo, il rapporto cane-proprietario che spesso deve essere corretto.

A conclusione del percorso formativo il binomio potrà continuare con le altre discipline proposte dal nostro centro per incremetare competenze,complicità e relazione.

Per informazioni e prenotazioni:
Ettore 349.69.36.078

mail: info@startandwag.it

Cos’è il metodo Tellington TTouch®

Cos’è il metodo Tellington TTouch®

Il metodo Tellington TTouch® è un metodo non verbale per insegnare a un animale, e a noi, che è possibile affrontare, vivere e superare i problemi e le paure, approcciandoli in maniera differente; non è quindi un addestramento o una disciplina, non ha regole e non può in nessun caso provocare danni. Tuttavia, è importante identificare il proprio obiettivo e tentare di raggiungerlo avvalendosi con precisione degli strumenti del metodo Tellington TTouch®.

“Accoglieteli dove sono portateli dove volete”

E’ molto più di un lavoro sul corpo o di un lavoro a terra; un modo diverso di comprendere e lavorare con gli animali e noi stessi. Questo approccio considera il comportamento come mezzo di comunicazione piuttosto che un’attitudine o una personalità. L’esperienza ci ha insegnato che gli esseri viventi non possono imparare molto se è presente dolore, paura, o paura del dolore e che il sistema nervoso può imparare molto più attraverso un movimento non abituale piuttosto che da semplici ripetizioni. Uno dei principi basilari del metodo è: cambia la postura, cambia il comportamento. Nel tempo abbiamo verificato la potente connessione tra l’equilibrio fisico, mentale ed emozionale. Tutti  gli esercizi del Tellington-TTouch iniziano con il riequilibrare la postura e aumentare la consapevolezza del corpo.

Far eseguire e sperimentare all’animale movimenti insoliti, influisce positivamente sul suo corpo e sul suo apprendimento, gli permette di acquisire nuove informazioni, utili per interrompere e cambiare un comportamento radicato o modificare una postura – e gli fa acquisire una maggiore consapevolezza del corpo.

Il metodo nasce a metà degli anni ’70, prende il nome dalla sua ideatrice Linda Tellington Jones ed è frutto di un percorso che Linda Tellington Jones iniziò con Moshe Feldenkrais. Secondo Feldenkrais, ogni aspetto della vita umana – compresa la sicurezza interiore – dipende dalla postura, dall’equilibrio del corpo e dal radicamento dei piedi a terra. Facendo fare movimenti inusuali, si attivano percorsi mentali negletti e si creano nuove mappe neurali.

Mentre la Tellington sperimentava personalmente il metodo Feldenkris, iniziò a riflettere su quali movimenti inusuali avrebbe potuto far fare a un cavallo; in questa fase mise a punto un sistema di superfici – molto differenti tra loro – sulle quali far camminare l’animale; ideò una serie di percorsi tra semplici ostacoli e delimitazioni a terra, lungo i quali condurre lentamente il cavallo, affinché questi potesse prendere consapevolezza del proprio corpo ed ebbe subito straordinari risultati sull’equilibrio e sulla capacità di apprendimento dell’animale: era quello che oggi si chiama Playground for Higher Lerning/ Percorso per l’apprendimento Avanzato.

Pochi anni dopo sperimenta i TTouch® circolari, TTouch circolari di 1 giro e ¼. Grazie alla grande capacità di osservazione della sorella Robyn Hood, è stato possibile organizzare e diffondere quello che è diventato un metodo, denominando i differenti TTouch® e classificandoli. A queste prime tecniche è seguita un’evoluzione dei TTouch®, ai quali si sono poi aggiunti i bendaggi e i sollevamenti. Questo patrimonio è stato infine trasferito a tutti gli altri animali, per alcuni dei quali sono state sviluppate tecniche specifiche: per i cani, ad esempio, sono state ideate innovative pettorine con più punti di contatto, che hanno consentito di sviluppare un utilizzo alternativo del guinzaglio come strumento di condotta e di apprendimento. Nel corso della sua vita, Linda Tellington ha incessantemente presentato il suo metodo a veterinari e scienziati, che invariabilmente hanno fornito l’avallo scientifico alle sue intuizioni. Il metodo Tellington TTouch® può essere definito un metodo non verbale.

“Se il corpo è in equilibrio, lo è anche la mente”

RICORDO A TUTTI CHE 23/24 MARZO Pamela Montagnini sarà da noi per una giornata introduttiva il sabato 23  e per appuntamenti individuali la domenica 24 marzo 2019 ,a breve l’evento con le informazioni.